domenica, marzo 11, 2007

Giugno 1987...la frattura

...C'è una frattura irreversibile che ci ha (mi permetto di parlare al plurale, chi vuole si identifichi chi non vuole mi perdoni...e si ricordi che sono già morto...) ancorati per sempre a questo mondo fatto di caschetti biondi, voci roche, spaccate verticale, cicale, telefoni ed orecchini tolti da mani samaltate di rosso, ambre, caselle rotanti e ceroni sciolti dalle lacrime. Per forza. Ci ho pensato a lungo. Ci deve essere un momento preciso, una data, un giorno che ha deviato il regolare flusso degli eventi. Qualcosa come la caduta del muro di Berlino, l'abbattimento delle torri gemelle a New York o l'ultima puntata di Dynasty. Qualcosa ci deve essere stato che ha segnato la nostra vita. E pensa, ripensa e pensace ancora, un giorno di colpo la soluzione. Un po' come quando la Carrà diceva "giallo", per esempio, e il pubblico a casa doveva formulare la domanda. Bene, mi sono sentito come il concorrente che ci beccava: "Ecco la risposta alla mia domanda. E' chiaro come ho fatto a non pensarci prima". E la risposta è: Giugno 1987. Ovvero l'anno in cui Enrica Bonaccorti lascia Pronto chi gioca? (e la Rai) per andare a a Mediaset e inanellare una serie di insuccessi che l'avrebbero portata due decenni dopo ad occuparsi di cani e materassi. Sì, è tutta colpa sua se noi nati nel '72 (o giù di lì) siamo rimasti fermi alle baraccate di quegli anni. Era l'unica che ci poteva traghettare in un mondo di adulti. Era l'unica potenziale icona gay (aimè interruptas) scevra da lune, cobra, scendo non scendo, attimi e Pedri conosciuti in altri emisferi. Lei da camaleonte sguaiato da Genny vestita (questo non ve lo ricordavate....) ci avrebbe condotto per mano in un nuovo decennio privo di spalline, fuseaux, camicie pizzate, diari scolastici gonfi di drammi, proclama, testi di canzoni ritagliate da Sorrisi, di cui ci saremmo pazzamenti innamorati, dimenticando il precedente. Dalla scuola di vita che era Pronto chi gioca? ci avrebbe fatto innamorare di tutto quello che c'è stato dopo, che neppure so dire cos'è visto che manco me lo ricordo. Ci avrebbe fatto dimenticare gli occhi bistrati e le risate della Carrà, le moine della Parisi, le mise della Cuccarini, i riccioloni della Braga, le schiave isaure e le Gracia Colmenares che invece sono rimaste tatuate nei nostri ricordi. Ambra sarebbe satata la sua naturale erede e adesso io starei parlando dei drammi di Britney Spears, di Paris Hilton o di Ilary Blasi. E invece no.... Queste non mi appartengono (e non ci tengono). Qualche giorno fa una ragazza di 22anni che lavora con me mi ha detto: "sono andata ad un concerto di Prince è sono stata tutto il tempo seduta. Conoscevo solo una canzone...come si chiama? Kiss, esatto. Le altre mai sentite...troppo vecchio...". E io muto..."effettivamente". Bah.... Se la Bonaccorti se ne fosse rimasta alla Rai... Che meraviglia.... Anche io a quest'ora potrei dire: "Loredana Berté? Ma chi è quella che cantava E la luna suonò?" E spararmi nell'Ipod l'ultimo cd di Fabri Fibra... Fanculo anche a lei va...Nano Nano
(nella foto, Sonia Braga tornata diva nella telenovela in onda attualmente in Brasile Paginas da vida)

5 commenti:

Il Baronetto ha detto...

Giammaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaai! SacVilegio!
Spero che con "Fanculo anche a lei" ti riferissi alla collega ventiduenne e non a quella che canta E la luna suonò...

Pensa che la Grecia Colmenares me la ricordo persino io... che carina che era...

Bestione, attendo l'invito ufficiale. Via mail, sms o via piccione è indifferente. L'unico modo che ho per vederti è cercare su internet! Dai!

Anonimo ha detto...

Cazzo! Non avrei mai pensato che la bonaccorti avesse segnato un'epoca (la mia peraltro).
Ecco il perchè della mia attuale vita......prima o poi mi ridurrò a raccattare cani randagi pure io, lo sento!!!!

Darksylvia

virginie ha detto...

ma com'è allora che quello che scrivi (Grecia Colmenares a parte, magari) vale per tutti i gay che conosco, ovunque siano nati, e non solo per gli italiani? baci

Anonimo ha detto...

TI AMO, TI AMO, TI AMO!!!!

Anche io conosco solo "Kiss" di Prince, ma in compenso conosco a MEMORIA tutti i santi testi del primo CD di Ambra!

TI GIURO AMORE, UN AMORE ETERNOO,
SE NON è AMORE ME NE ANDRò ALL'INFERNOO
MA QUANDO CI SORPRENDERà L'INVERNOO,
QUESTO AMORE SARà GIà UN INFERNOO,
LO DICO CENTO, MILLE VOLTE A SERAA,
MA DISPERATA COME UNA PREGHIERAA,
NON VOLGIO PIù SVEGLIARMI SOLA E SOLAA,
PER SEMPRE SARAI...
PROMEEEETTI
PER SEMPRE SARà...
PROMEEEEETTTIIII

Velina-stagista-albertofila e ambrofila.
Dott.ssa in lingue e cap...straniere

paciu ha detto...

ma io avevo lasciato un commento!
che fine ha fatto? mi hai cancellato? non è valido, ecco!
:(