giovedì, novembre 27, 2008

Mai così feròci

Credo di essere l'unico che si diverte ancora a sentire e vedere i "Bellissimi anzi bellissimi" della Carrà mentre cantano le canzoncine che glis crive Gianni Boncompagni. L'ultima faceva così: "Siamo belli è un po' cattivelli, con gran belle voci e non siamo feroci" dove feroci nella testo in sovraimpressione era indicato così feròci, con la o aperta... tanto per non creare dubbi su cosa volesse realmente dire. Bene. Sentirli mi fa ridere. Poi, mi pento perché penso all'India e a tutte le cose brutte che ci sono nel mondo. Rido e mi pento. Il solito deleterio e devastante meccanismo. Ma la storia mi assolverà. Nano nano.

2 commenti:

Il Baronetto ha detto...

Quanto passerà prima di vederti cantare & ballare fra quei bellissimi-non-feròci?

Bacino, nanetto :*

Gan ha detto...

Rabelais diceva: "perché il ridere, soprattutto, è cosa umana".
Mi associo ai voti del Baronetto, prenoto un posto in prima fila per ammirare l'esibizione e saluto entrambi con affetto.