mercoledì, agosto 29, 2007

Il post(o) in cui sono stato

Ho scoperto la mia nuova passione. Le foche (e che Dio ci benedioche). Va beh. Le adoro perché non fanno nulla tutto il giorno, stravaccate a prendere il sole se la spassano. Le amo. Oggi viaggetto rapido in direzione nord. Appunto, dove c'è una riserva naturale sulla costa piena di animali. E di uccelli. Che non amo particolarmente (che battute state pensando? coglioni). Il nome del posto non lo so. Non memorizzo nessun nome. A parte San Francisco del resto non so nulla. Per farmi capire dico: "Il posto in cui siamo stati il giorno del mio compleanno, il posto in cui sono stato ieri, il posto in cui sono stato mercoledì ecc ecc." La mia causa è persa. Comunque sia...(in tv c'è un film con Leonardo Di Caprio, quanto figo è?). La costa è meravigliosa. Chilometri di nulla interrotti da paesi (chiamiamoli così va...) ordinati e puliti come una vetrina di Via Montenapoleone. Senza glamour e senza stile, però. Per questo interessanti. Casette in stile Happy Days di legno e cartone, una vicino all'altra. Penso all'Italia e all'impossibilità di poter stare soli. Ecco, La California è agli antipodi. Se vuoi passare una giornata in totale solitudine qui hai l'imbarazzo della scelta: boschi, coste, colline e montagne. E intorno a te il nulla. La differenza più grande è questa (quello in tv urla, co urla?). Two time nano.

3 commenti:

Il Baronetto ha detto...

..quei posti servono anche a schiarire le idee? O devo affidarmi all'acqua ossigenata?

Anonimo ha detto...

Hai visto se scorrazzava allegramente anche la Siber-piccola-bianca-Siber?????
;-)
Te mandé un mail.
TQM
Velinissssima

Anonimo ha detto...

cambia colore...non posso perdere dieci diottrie per leggere il tuo post! ps a proposito di uccelli, ti sei perso quello di montezemolo! luca for president!