giovedì, ottobre 06, 2005

Segni e brufoletti

C'è una vasta letteratura e aneddotica sull'importanza dei segni e per rendere la cosa estremamente semplice la riassumo citando quella baraccata di libro di Paulo Choelo l'Alchimista. E cioè che il raggiungimento di una concordanza totale con il mondo è possibile grazie alla comprensione di quei "segni", di quei segreti che è possibile captare solo riscoprendo un linguaggio universale fatto di coraggio, di fiducia e di saggezza che da tempo gli uomini hanno dimenticato. Per essere ancora più semplici: quando il cielo è a pecorelle cosa significa? Che ci sarà acqua a catinelle. Un segno. Per cui se i segni, ben interpretati, ci permettono di raggiungere una conoscenza più profonda di noi stessi e della natura umana il mio brufoletto all'inguine, come lo devo interpretare?
(nella foto, Mario Segni)

2 commenti:

virginie ha detto...

c'è davvero bisogno che te lo spieghi io?

Anonimo ha detto...

i segni non solo ti danno delle indicazioni, ma a questo punto posso dire con certezza che è un po' come consultare un oracolo!! pluuufffff